ULTIME NOTIZIE | 4 Ottobre 2019

CER Medical organizza “Un Respiro di Vacanza”

Cer Medical ha organizzato una settimana di soggiorno sull’Adriatico per i suoi assisiti, che per respirare devono essere collegati alle bombole di ossigeno o ai ventilatori polmonari.

L’iniziativa è al diciottesimo anno, con oltre un centinaio di pazienti accompagnati nelle strutture alberghiere di Cesenatico.

L’A.D. Alberto Paleari: “Diversi alberghi preferivano non ospitarli per cattiva immagine, o gli stessi pazienti provavano paura per gli spostamenti, paura di rimanere senza ossigeno nel tragitto. Abbiamo deciso, quindi, di organizzare noi partenza viaggio e soggiorno garantendo loro un’assistenza continua”.


Un albergo sul mare tutto a disposizione di chi soffre di patologie respiratorie ed è costretto ad utilizzare l’ossigenoterapia, costantemente collegato alle bombole d’ossigeno per respirare. Quella di Cer Medical è un’assistenza continua, che garantisce all’assistito di vivere una vera vacanza, con tecnici e infermieri che si preoccupano della sua salute e degli ausili necessari al respiro. Si chiama proprio “Un respiro di vacanza” l’iniziativa che Cer Medical sta proponendo ai suoi assisiti ed ai loro parenti da domenica 9 a domenica 16 giugno a Cesenatico, presso un Hotel 3 stelle in riva al mare.


Un Respiro di Vacanza è un’esperienza unica in Italia, che ripetiamo con successo da 18 anni – spiega Alberto Paleari, Amministratore Delegato Cer Medical – per i nostri assistiti andare in vacanza era una sofferenza: chi temeva di finire l’ossigeno mentre era in viaggio, alberghi che chiaramente facevano capire che erano indesiderati perché una persona collegata costantemente ad una bombola per l’albergatore non era una bella immagine, alcuni addirittura temevano che la bombola fosse pericolosa per gli altri clienti. Allora Cer Medical ha deciso di prenotare per una settimana un albergo completamente a disposizione dei suoi assistiti, che vengono seguiti come assistenza e sono così in grado di godersi una vacanza assolutamente normale come tutti gli altri: buon cibo, vista bellissima, gite in barca, tombole, animazione, spiaggia privata e piscina”.


Sono un centinaio gli assistiti Cer Medical che fino a domenica potranno godersi una bella vacanza al mare, tra l’altro a prezzi contenuti: provengono dalle province di Bologna, Modena, Reggio Emilia, Ferrara. Perché Cer Medical si rivolge in particolare a queste province, anche se ormai la sua assistenza si estende in tutta Italia. Sono arrivati pullman da tutte le province, si sono dati appuntamento in Cer Medical a Bargellino di Calderara o nel piazzale del Policlinico di Modena e sono partiti insieme per Cesenatico, seguiti da furgoncini Cer Medical con a bordo serbatoi d’ossigeno pronti per chi dovesse esaurire il proprio mentre è in viaggio.


Cer Medical anche con questa iniziativa – conclude Alberto Paleari – conferma di essere non solo erogatore di prodotti e di servizi di alta qualità ma anche un’azienda unica. Un Respiro di Vacanza si inserisce in un sistema di proposte e sostegni solidali di Cer Medical verso altre strutture private, associative e onlus, impegnate nel sociale. Crediamo che un’azienda come la nostra, che si rivolge a chi necessita di cure e attrezzature sanitarie molto delicate, debba avere una responsabilità sociale, una visione molto attenta al welfare, e debba essere un punto di riferimento per chi a sua volta si impegna per la salute e il benessere delle persone”.